giovedì 31 maggio 2012

La pizza paradisiaca, ovvero "Il Paradiso Della Pizza"


 

Sono amici, è vero, ma ciò non toglie che la loro pizza è una delle migliori della brianza! Anzi, la migliore! http://www.ilparadisodellapizza.it/

Invito tutti coloro che vivono in zona del Vimercatese a farci un salto, anche da un po' più lontano, ne vale davvero la pena.

La foto è del consiglio della settimana che si è pappata la mia amichetta Dadolada, si perchè ogni settimana Marco, il pizzaiolo, ne inventa una nuova, con prodotti di stagione, ricercati e strepitosi.

Io non mangio più carne e pesce, ma finchè lo facevo non me ne scappava nemmeno uno di "consiglio"!

martedì 29 maggio 2012

Strawberry Invasion!

Ve lo avevo detto che siamo invasi dalle fragole dell'orto del babbo???

Una bella marmellata è quello che ci vuole in questo caso...


Ingredienti:
fragole
zucchero
succo di limone

Dunque dunque, non ho le dosi precise ma mi pare che fossero 1 kg e 200 g di fragole, zucchero 400 gr, forse anche meno, succo di un limone.
Ho messo tutto in una ciotola e lasciato macerare per una notte, il giorno seguente ho messo sul fuoco per un'oretta e mezza e poi frullato il tutto.

sabato 26 maggio 2012

Pasticcini fragolini

Per un invito a pranzo familiare questa mattina, svegliata dalle mie gattone affamate, ho pensato di preparare un dolce, ma non volevo la solita torta, e visto che siamo invasi dalle fragole coltivate dal babbo ecco fatto: pasticcini fragolini!

Premetto, prima di cominciare questa ricetta, che è frutto dell'insieme di due diverse preparazioni, la base di una, la crema di un'altra, e anche e soprattutto dei perziosi insegnamenti dei corsi della mia amica e maestra Cuoca Mattarella.
Fatevi un giro nel suo sito e scoprite quant'è brava e quante meraviglie prepara: www.cuocamattarella.it !!!


per la base:
200 gr di farina 00
150 gr di farina di riso
100 gr di zucchero di canna grezzo
80 ml olio di mais
1/2 cucchiaino di bicarbonato
1 chucchiaio di aceto
1 pizzico di sale
acqua fredda

per la crema:
200 ml di panna di soia
150 ml di latte di soia o avena o riso
80 gr di zucchero di canna
scorza di limone
1 bicchiere di fragole frullate
1 cucchiaio di amido di mais
1 cucchiaio di agar agar

farcitura
fragole
limone
vino bianco
zucchero

Base: unire tutti gli ingrdienti secchi e poi l'olio, amalgamare con le mani per il processo di "sabbiatura", sempre come mi ha insegnato Cuoca Mattarella la "sabbiatura" consiste sostanzialmente nel fare assorbire l'olio alla farina e il risultato deve essere simile alla sabbia bagnata.

venerdì 25 maggio 2012

Crocchette di fave


Lo so che ormai èil momento di fave fresche, però avevo una mezza confezione di favesecche decorticate da far fuori… quindi ecco qui una ricettinasfiziosina per un aperitivo o uno spuntino o un pic-nic fuori porta,visto che sembra essere finalmente arrivato il caldo, anche se adesso c'è il temporale!!!

 
250 gr di fave secche decorticate
1/2 spicchi d’aglio
1 cipolla o scalogno o cipollottofresco
Prezzemolo tritato
Una punta di bicarbonato
½ cucchiaino di lievito
1 cucchiaio di farina 00
1 cucchiaino garam masala secondo i gusti
Sale
Pepe

Mettete le fave secche per unanotte a bagno, il giornoseguente frullatele formando una pappina di fave (non propriopurea).

Vellutata di zucchine e patate con verdure fresche




INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
  • 4 zucchine di media grandezza o 5/6 piccole
  • 2 patate di media grandezza
  • 1 pomodoro bello sodo
  • 1 carota
  • ½ peperone giallo
  • ½ Porro o cipollotto
  • Peperoncino
  • Olio evo
  • Cipolla
  • Brodo vegetale
  • Sale

Pelare, lavare e tagliare le patate a pezzi (più piccoli sono più in fretta cuociono) e metterle a bollire in acqua salata.
Lavare e tagliare le zucchine a pezzi. Preparare un soffritto con olio e cipolla e aggiungerci le zucchine, farle insaporire e bagnarle con un bicchiere di brodo (io l’ho dosato ½ per volta, non tutto insieme). Se si asciugasse troppo aggiungere ulteriore brodo.
Nel frattempo pulire il pomodoro la carota il peperone il porro o cipollotto (io ho usato solo un pezzettino di porro, non tutto, mi sembrava troppo, dosaggio a piacere) e tagliarli tutti a quadratini piccoli piccoli mettendoli in una ciotola con olio sale e peperoncino a piacere e lasciarli “riposare”.
Una volta cotte le patate e le zucchine scolarle (ma senza buttare il brodo delle zucchine), unirle in una ciotola e frullarle aggiungendo il brodo delle zucchine rimasto per avere una consistenza mediamente liquida, sta ai gusti di ciascuno se lasciare la vellutata più o meno liquida.

... comincio così...


...comincio così...