venerdì 19 aprile 2013

Pasta al forno con carciofi e funghi

Festeggiamo la primavera che finalmente è arrivata (ma domani forse piove... sigh) con un bella pasta al forno!
Io la adoro, una volta la facevo con le mini polpettine ed era una golosità. Per come sono fatta non mi sono data per vinta nella ricerca di gustosità con la svolta veg, e ancora una volta questo piatto dimostra che la dieta vegetariana non ha nulla da invidiare ad una dieta onnivora in fatto di gusto.
Specifico vegetariana perché una spruzzatina di grana è concessa in questa preparazione, poi sta ad ognuno di voi decidere se sostituirlo magari con il lievito alimentare in scaglie.
Inoltre una novità, leggete a fine ricetta, da oggi parte l'esperimento musico-culinario.


Ingredienti:
400 gr di funghi champignon
5/6 carciofi
1 confezione di macinato di seitan 200/300 gr
2 spicchio di aglio
1 scalogno o cipolla
olio evo



per la besciamella
1/2 lt latte di soia
50 gr di farina 0
50 ml olio evo
noce moscata qb

400 gr di pasta corta

grana o lievito secco in scaglie
pane grattato

Cominciare con i funghi, pulirli eliminando la terra con uno strofinaccio umido e tagliarli a fettine sottili.
Scaldare una padella con olio evo e uno spicchio di aglio e quando sarà leggermente dorato buttarci i funghi e farli appassire finché non avranno buttato fuori tutta la loro acqua, quindi spegnere il fuoco e tenere da parte.
Pulire quindi i carciofi fino ad ottenere i cuori più teneri, tagliarli a fettine e conservarli in acqua e limone così da non farli annerire.
Scaldare una padella con olio e unirvi i carciofi facendo cuocere per qualche minuto e poi aggiungere brodo fino a che non si saranno un poco ammorbiditi, aggiustare di sale, quindi spegnere il fuoco e tenere da parte; la cottura del carciofo terminerà con il ragù.
Preparare quindi il ragù di seitan: scaldare una padella con olio, 1/2 cipolla tritata e uno spicchio di aglio schiacciato con lo spremi aglio. Far dorare e aggiungere quindi il seitan macinato, dopo qualche minuto sfumare con del vino bianco.
Quando sarà evaporato il vino aggiungervi i carciofi, irrorare con del brodo e ultimarne la cottura.
A questo punto cominciare a portare l'acqua per la cottura della pasta ad ebollizione e preparare la besciamella.
In un padellino scaldare l'olio, aggiungervi la farina e fare scaldare mescolando ottenendo il così detto rou. Aggiungere il latte di soia lentamente e sempre mescolando fino a che il tutto non sarà ben amalgamato, aggiustare di sale e aggiungervi una bella grattugiata di noce moscata. Lasciare cuocere a fuoco basso sempre mescolando fino ad ebollizione. Fare bollire per uno/due minuti o fino ad ottenere la consistenza desiderata.
Cuocere la pasta, preferibilmente penne o rigatoni o tortiglioni.
Mescolare quindi tutti gli ingredienti preparati, pasta, ragù di seitan e carciofi, funghi e besciamella veg e riversare il tutto il una teglia.
Terminare spolverando la suerficie con del grana, altrimenti al posto del grana per una versione vegana usare il lievito secco in scaglie e pane grattato, un giro di olio e infornare a 180° per una ventina di minuti e fino a che non si sarà formata una bella crosticina dorata in superficie.

Da questo post, come detto sopra, partirà una sperimentazione culinaria-musicale o musico-culinaria che suona meglio. Nasce dal mio compagno l'idea di abbinare una canzone ad ogni ricetta pubblicata.
Lo farò con diversi criteri, che ancora neanche io ho ben chiari.... in questo caso ci abbino un pezzo dei Ministri "Noi fuori" perché quando sono andata al loro concerto a Milano questa pasta è stata la mia cena consumata velocemente in macchina durante la strada per raggiungere l'Alkatraz.
Buon ascolto.





Nessun commento:

Posta un commento