domenica 22 settembre 2013

Torta ripiena di pesche e albicocche, si ricomincia!

Si, questo fine settimana ho ricominciato ufficialmente.
A dire il vero sono tornata dalle vacenze, lunghe vacanze, da una settimana, ma è stata una settimana di lenta ripresa e solo in questi ultimi giorni ho ricominciato a spadellare a pieno ritmo come piace a me!
Per cominciare, una lasagna ai funghi, una torta pesche e amaretti, le crocchette di ceci, la salvia fritta, il pane e questa torta.
L'ispirazione arriva da una vecchia ricetta di Cuoca Mattarella ma la sua versione era con mele e pere, questa, la mia, è la versione estiva con pesche e albicocche.

 

Ingredienti:

Per la pasta:
350 gr di farina 0
60 gr di zucchero di canna
1/2 bustina di lievito
1 pizzico di sale
50 gr di olio di girasole
1/2 bicchiere di latte di avena

Per il ripieno:
3 pesche ben mature
4 albicocche
semi di cardamomo (a piacere)
4 cucchiai di zucchero di canna
2 cucchiai di amido di mais
1 cucchiaio di farina
200 ml di latte d'avena
3 cucchiai di olio di girasole
un pizzico di vaniglia bourbon

In una ciotola unire la farina, lo zucchero, il lievito e il pizzico di sale amalgamndoli fra loro. Unire quindi l'olio di girasole e il latte di avena lavorando bene con le mani, formare una palla e lasciarla riposare in frigorifero avvolra nella pellicola. Se l'impasto risultasse troppo molle e appiccicoso, aggiungere un po' di farina, se risultasse invece troppo duro e non stesse insieme, allora aggiungere poco alla volta altro latte d'avena.
Mentre la pasta riposa preparare il ripieno. 
Lavare e tagliare a tocchetti le pesche e le albicocche, metterle in un padellino con due cucchiai di zucchero e i semi di cardamomo (facoltativi). Cuocere a fiamma bassa per una decina di minuti, finchè la frutta non sarà morbida e un pochino spappolata.
In un altro pentolino mettere la farina, l'amido di mais, la vaniglia e i tre cucchiai di zucchero rimanenti, aggiungere l'olio di girasole e mescolare bene, dopodichè aggiungere pian piano il latte d'avena e mettere sul fuoco a fiamma bassa. Far cuocere a fuoco basso mescolando sempre finchè la crema non si rapprende.
Quando la crema sarà pronta, unirvi la frutta e mescolare nuovamente.
Prendere quindi l'impasto e dividerlo in due, stendere le due metà (in realtà una dovrà essere un pochino più grossa) formando due dischi dello spessore di mezzo centimetro circa.
Rivestire una tortiera con carta forno e adagiarvi il disco di pasta più grande, riempire con il ripieno e ricoprire con il secondo disco chiudendo bene i bordi.
Infornare a forno caldo, 180° per 30/35 minuti.
Prima di servire, spolverare con zucchero a velo.

Vi lascio con una canzone di musica fado, musica tipica portoghese in ricordo delle due meravigliose settimane passate là.


Questo invece è il pane post vacanze, credevo di aver perso la mano, invece no, sono stata ancora brava!

2 commenti:

  1. Hai latitato abbastanza bella mia, che dici??? Era l'ora che tornassi ho seguito le tue vacanze da lontano con la bavetta alla bocca! Quasi come questa torta in cui il cardamomo è una vera sciccheria!
    Noi quest'anno siamo rimasti in Maremma, ma siamo alla ricerca di una nuova casina in campagna, dove liberare i gatti e avere spazio per ospitare amici di passaggio ;)
    Un abbraccio Silvietta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Bella Roby! Dai, ora sono tornata...

      Elimina