domenica 2 marzo 2014

Polpette di Quinoa e Miglio con Carciofi, un saluto a Paco

Vi avevo lasciato all'ultimo post scrivendovi dei corsi di cucina all'interno del progetto Ri-Generiamo i Legami, rieccomi quindi con il racconto del primo incontro.
Si è tenuto due settimane fa il laboratorio di cucina tradizionale brianzola. 
Essendo appunto cucina tradizionale i piatti serviti non erano minimamente vegetariani mio malgrado, ma a parte questo debbo dire che è stata una giornata molto molto interessante e divertente.
Rosanna, che era la capo cuoca, diciamo così, è stata in grado di spiegare e raccontare molto bene sia le ricette nella loro preparazione, sia la loro storia di origini umili e contadine.
Tutti i corsisti sono rimasti contenti della giornata e della cena che ne è conseguita.
Ora mi devo preparare per quando toccherà a me gestire il corso! Aiutoooooooo, 12 corsisti a cui badare e chissà quanti invitati a cena...
Ho già quasi in mente il menù da realizzare, sono indecisa però sul secondo piatto, fortunatamente ho ancora un po' di tempo per rifletterci.
Potrei fare proprio queste polpettine...


Ingredienti per 4 persone:

100 gr di quinoa
100 gr di miglio
4 carciofi
prezzemolo
pan grattato
curcuma
sale e pepe
dado vegetale
farina di mais
olio evo


Ho fatto stufare in padella i carciofi con un soffritto di qualche fettina di cipolla ed uno spicchio di aglio, aggiungendo poco alla volta del brodo onde evitare che si asciugassero troppo.
In una padella ho fatto cuocere la quinoa in acqua bollente salata ed in una seconda padella ho fatto cuocere il miglio, sempre in acqua bollente salata.
Raccomando di lavare molto bene la quinoa sotto l'acqua corrente prima di cuocerla, in modo da eliminare la saponina che la riveste, altrimenti il suo gusto resterebbe amaro, consiglio di farlo in un colino a maglie molto strette e quando si nota che l'acqua del lavaggio risulta trasparente procedo con la cottura.
Ho riunito in una ciotola la quinoa e il miglio raffreddati, i carciofi tagliati a piccoli pezzettini, una manciata di prezzemolo tritato, sale, pepe e curcuma ed ho frullato brevemente con il minipimer.
Ho aggiunto poi un po' di pangrattato all'impasto finchè non ha raggiunto una consistenza da poter lavorare con le mani che non risultasse appiccicosa, a questo punto ho formato delle palline che ho passato in un mix di farina di mais e pangrattato ed ho posizionato il tutto su di una teglia da forno rivestita di carta forno.
Ho spennellato le polpettine con olio evo e le ho infornate a 180° per una ventina di minuti girandole a metà cottura.
Le ho quindi servite su un letto di carote tagliate a julienne condite con la vegaionese.

La quinoa
La quinoa è un alimento particolarmente dotato di proprietà nutritive. Contiene fibre e minerali, come fosforo, magnesio, ferro e zinco. È anche un'ottima fonte di proteine vegetali, poiché contiene tutti gli amminoacidi essenziali (fatto raro nel regno vegetale) e in proporzioni bilanciate, che corrispondono alle raccomandazioni dell'OMS. Contiene inoltre grassi in prevalenza insaturi. La quinoa, non contenendo glutine, può essere consumata dai celiaci.

Il miglio
Nell'alimentazione umana occidentale odierna il miglio ha interesse marginale, venendo impiegato per produrre farine e semole utilizzate soprattutto dalla cucina macrobiotica.
Il valore dietetico è elevato, per il discreto tenore in proteine (11% in peso) (simile a quello del grano), sali minerali e fibra grezza.
È inoltre ricco di vitamine A e del gruppo B, specialmente niacina, B6 e acido folico, calcio, ferro, potassio, magnesio e zinco. Il miglio non contiene glutine,  è un alimento indicato per i celiaci o per chi soffre di altre forme di allergie o intolleranze al glutine o al grano.

Chiudo con un omaggi a Paco De Lucia, scomparso pochi giorni fa.




Nessun commento:

Posta un commento